chiusura a fungo Binder

Funghi e microfunghi

Come già scritto negli articoli precedenti, non vogliamo illustrarvi una nuova ricetta per cucinare al meglio una categoria sconosciuta di “microfunghetti”, ma introdurvi in un mondo di chiusure nuove, piccole, microscopiche, anzi quasi invisibili.

Vengono sempre più impiegate delle nuove, sottilissime chiusure di ca. 1 mm di spessore, chiamate Microplast®.

La chiusura è composta da minuscoli elementi di aggancio, visibili  solo con una lente di ingrandimento (i “microfunghetti”, appunto) e da vellutini leggerissimi.

Pur essendo cosi minuscoli, hanno una forza di tenuta sorprendente e resistono a numerose aperture e chiusure.

ingrandimento microscopio chiusura a fungo
Ingrandimento Microplast®

Infatti, se guardate questo ingrandimento al microscopio, vedete la forma esagonale del funghetto e vi rendete facilmente conto di come essi siano degli “acchiappa-fili” di quasi tutti i materiali tessili (anche delle cravatte se non si fa attenzione!).

Idee applicative di sottile intelligenza

Come sempre, vi diamo qualche idea  e vi indichiamo alcuni esempi per le applicazioni, la fantasia non conosce limiti

Vi serve una chiusura nel packaging?

Osservate la foto: da una parte il Microplast®, dall’altra il vellutino sottile.

Microplast® applicato a una busta
Microplast® applicato a una busta

Dovete fissare pannelli nel campo edilizio che richiedono spessori limitatissimi?

Ecco la soluzione!

Microplast® applicato a pannelli
Microplast® applicato a pannelli

Dovete chiudere un pannolino baby?

Microplast® è la chiusura che trovate su tantissimi pannolini in giro per il mondo.

fissaggio pannolino
Microplast® – Applicazione pannolino

Binder produce il funghetto sia in polipropilene per uso igienico/sanitario, edilizia e packaging, sia in poliammide per utilizzi più tecnici in quanto cucibile, saldabile, adesivabile, etc.

Rispondi