prodotti binder con adesivi hot melt

Gli adesivi hot melt: la saga continua

A luglio, parlando degli adesivi acrilici,  Vi avevamo promesso che l’argomento dei nastri a strappo adesivizzati avrebbe avuto un seguito data la vastità dell’argomento. Una promessa è una promessa e quindi ecco a voi l’affascinante mondo degli adesivi a base caucciù artificiale, detti anche HOT MELT.

Come già detto molte volte, non esiste un adesivo per tutte le superfici. Gli hot melt però ce la mettono tutta per essere sempre all’altezza della situazione, pardon, della superficie. Vanno bene su tantissimi materiali, MA c’è sempre un MA:

Adesivo acrilico: da -30°C a +160°C
Hot Melt: da -30°C a +90°C
Hot Melt: da -30°C a +90°C

Il nastro a strappo con adesivo acrilico è resistente agli UV  e lo posso usare all’esterno. Range di temperatura solitamente da -30°  fino a 160°.

Il nastro a strappo con l’adesivo hot melt all’esterno invece non è tanto indicato. Presenta un’escursione termica anche molto più ridotta, è ideale per essere utilizzato all’interno.

Perchè si chiamano così:

Lo dice la parola stessa, “hot” nel senso di caldo e “melt” nel senso di sciogliersi: insomma sono come delle melasse che vengono applicate sui nastri a strappo scaldandole

Su quali superfici possono essere applicati:

In generale questi adesivi presentano un’ottima forza di adesione su quasi tutti i materiali. In particolare su metalli, poliestere, policarbonato, ceramica , molte materie plastiche anche a bassa energia di superficie come polipropilene o polietilene. Esistono anche in versione fire retardant (importante nel settore dei trasporti).

Perchè è bello e utile sapere che ci sono?

Perchè tutti i nostri nastri apri/chiudi, che siano Duotec® , Klettostar® oppure uno qualsiasi degli altri prodotti Binder, possono essere forniti con questo adesivo adatto a risovere moltissime problematiche.

Che aspetto hanno?

I nostri prodotti con hot melt sono caratterizzati da un liner bianco:

 

Rispondi